Patmos

Patmos, o Patnos, è una piccola isola dell’arcipelago del Dodecaneso, tra Ikaria, Leros e Kalimnos, considerata sacra e appellata la Gerusalemme del Mar Egeo. L’isola è stata dichiarata un sito patrimonio dell’Umanità dall’Unesco nel 1999.

È qui che San Giovanni il Teologo fu esiliato tra il 95 e il 97 d.C. e scrisse il libro della Rivelazione o Apocalisse. Patmos è rocciosa, di origine vulcanica e ricca di piccole baie. Un’imponente fortezza sorge sulla collina che sovrasta il porto, circondato dal bianco abbagliante delle case. Chiese e palazzi si susseguono, separati da vicoli, da alte mura e da piccole piazze che si aprono sul Mar Egeo.

Il porto per arrivare a Patmos si trova a Skala, un vivace paese con le sue bianche case, i cortili fioriti, il pesce appena pescato e preparato nelle taverne, gli alberghi, i ristoranti, i caffè e negozi di souvenir. A nord di Skala c’è il paese di Kambos, nascosto tra gli alberi e il verde, con quella che in molti ritengono essere la migliore spiaggia dell’isola. La costa di Patmos, in realtà, nasconde una miriade di altre stupende spiagge, come Grigos, Kallikatsou, Psili Ammos, Agriolivado, Livadi Geranou e Diakofti, tutte da scoprire e da vivere.

Potete raggiungere Patmos dal porto del Pireo o in aereo via Rodi, Kos, Kalimnos e Leros.

Da non perdere

  • La Santa Grotta del Apolacypse, dichiarata patrimoni dell’Umanità dall’Unesco nel 2006, è il luogo dove San Giovanni udì la voce di Dio parlare con lui. La grotta, lunga 6 metri e 60 centimetri e larga 5 metri e 50, si trova a metà strada tra il porto di Skala e Patmos città.
  • Il Santo Monastero dell’Apocalisse è stato costruito sulla cima della collina che sovrasta Chora come un castello nel 1088 dal monaco Christodoulos Latrinós ed è composto da edifici di età diverse, da 10 cappelle e 99 celle, nonché una biblioteca di 890 codici manoscritti e 13 mila documenti sulla storia del sito.
  • Chora è la capitale di Patmos e si trova nella parte centro meridionale dell’isola, a pochi chilometri a sud di Skala. Vicoli stretti, belle cappelle candide e cortili fioriti rendono la cittadina una meta imperdibile. Da vedere il Castello di Agios Ioannis, la Scuola Patmian, il Monastero dell’Annunziata e le chiese di Agios Fokas e Agia Ekaterini.
  • Le isole di Arki e Marathi sono collegate con Patmos con barche giornaliere. Sulle isolette potete trovare meravigliose spiagge con acqua cristallina. Assolutamente da gustare un pranzo in una delle taverne che si trovano qui.

Le Isole vicine

Lipsi

Non lontano da Patmos c’è un gruppo di piccole isole, note collettivamente con il nome di Lipsi, cioè quello dell’isola più grande e l’unica abitata. Qui si trovano bellissime spiagge e acque limppidissime. L’isola è così piccola che ogni spiaggetta si può raggiungere a piedi, magari facendo una sosta nelle taverne, negli ouzeri o nei caffè che si trovano sulla piazzetta.

Aghatonissi

In questo isolotto c’è una splendida spiaggia ideale per tutti coloro che vogliono sfuggire alle pressioni della vita quotidiana e cercare un po’ di relax.

Dove dormire vicino Patmos

Cerchi un Hotel vicino Patmos? Clicca qui per vedere tutti gli alloggi disponibili nei dintorni di Patmos.
Condividi Patmos su
La penisola centrale della Calcidica, tra Kassandra e Monte Athos, è Sithonia, Σιθωνία ...
Le isole dell'Egeo nordorientale sono cinque grandi isole disseminate vicino ...
Se siete in partenza per la magnifica isola di Creta abbiamo raccolto ...